Enjoying my first day off!

Finally il mio primo day off dopo sei giorni di lavoro consecutivi! Azzo se ci voleva!!! E come l’ho trascorso io? Dandomi una rinfrescatina  😎 . Era da tempo che dicevo di aver bisogno di un restauro primaverile e finalmente oggi è avvenuto il miracolo.

Sveglia, colazione, doccia, lavatrice, e di corsa fuori di casa prima che la mia compagna di stanza attaccasse a parlare. Si, lei inizia a parlare appena apre gli occhi al mattino e finisce la sera quando io mi metto i tappi per non sentirla più. A parte questa piccola parentesi, finite le incombenze domestiche, mi sono recata a piedi fino alla bellissima via piena di negozietti che è Chapel St per una prima sosta presso l’estetista thai. Ceretta metà gamba più inguine: 40 dollari! Però è stata brava.
Dopodiché, secondo pit stop presso una caffetteria scelta a caso per un cappuccino veloce. E guarda caso quelli che ci lavorano sono tutti italiani. Ma dai?
Alle 12.15 avevo appuntamento dal parrucchiere. Come premio per la mia prima settimana al Topolino’s (anche se non ho ancora visto il primo stipendio) ho infatti prenotato un consulto, qualche giorno fa, con un hair stylist di Toni&Guy. E così, altri 104 dollari sfumati. E meno male che avevo lo sconto backpacker del 10%. E dàlli con sto backpackers! Va beh, sta di fatto che ho pagato “solo” 94 dollari. Però ne sono uscita davvero soddisfatta. La ragazza che mi ha servita si è seduta lì con me per chiedermi come li volevo e per spiegarmi quale fosse il taglio più adatto alla forma del mio viso. Dopodiché, lavata di testa comprensiva di massaggio e poi… zac!
Dopo il parrucco, pranzo a base di muffin gentilmente offerto dalla mia coinquilina cinese che ce li ha portati a casa ieri dal bar dove lavora e, per finire, passeggiata rilassante per i Fitzroy Gardens dei quali seguiranno a breve le foto nella gallery dedicata.
E stasera a cena… Tagliatelle Deliziosa, questa volta gentilmente offerte dai colleghi cuochi del Topolino’s. Ingredienti: tagliatelle, petto di pollo, pinoli, spinaci, pomodori disidratati e… panna! Una pasta del genere in Italia non la si potrebbe mai vedere! Però caspita se era buona!!!  😛

Come si dice… “La felicità non ha prezzo. Per tutto il resto c’è Mastercard”. Peccato che l’utilizzo della mia, di Mastercard, sia inversamente proporzionale alla mia felicità quando trovo il coraggio di dare un occhio (uno solo eh?) al saldo del conto corrente  :-( .